Fortitudo F.O. – Buttiglierese 3 – 2

Buttiglierese: Aseglio, Aloi, Cerruti, Capra, Sabato, Gamba (87′ Bianchi), Corio (74′ Saorin), Tamagnone, Murru, Gherardi, Manzone. A disposizione: Tamagnone Marco, Zucca, Ferent. All. Lazzaro. Dir. Brozzolo, Mastinu, Quaranta.

Quarta giornata del girone di ritorno per la prima squadra. Nel girone I di Seconda Categoria la Buttiglierese va a far visita alla Fortitudo in quel di Occimiano. Fin dall’inizio della partita il pallino del gioco è in mano ai nostri ragazzi che tengono il possesso del pallone e provano a creare. Al 18′ cross di Manzone sul quale non riescono ad arrivare per poco Gherardi e Corio e la palla termina a lato. Al 21′ tiro da fuori di Manzone parato in due tempi. Al 25′ prima incursione vera e propria dei padroni di casa con un lancio lungo che sorprende la retroguardia, contatto lieve in area di rigore tra Gamba e l’avversario che non fa nulla per stare in piedi: rigore e 1 – 0. Al 31′ sembra replicarsi la situazione, altro lancio lungo che passa la difesa, piazzato all’angolino basso con Aseglio che non può nulla. 2 – 0. Raddoppio micidiale dei padroni di casa che taglia le gambe ai nostri. Al 33′ ancora scossi rischiamo il tracollo ma il tiro dal limite arrivato dagli sviluppi di un calcio di punizione laterale si spegne sul palo. Prima del fischio finale del primo tempo ritorniamo avanti con Murru che calcia al volo, il portiere in tuffo devia in angolo. Si va al riposo sul 2 – 0. Nella ripresa però la squadra ci crede e parte subito forte con Corio che calcia a lato di poco. All’ottavo minuto Tamagnone va via sulla destra e mette in mezzo, gli avversari si salvano in angolo. Proprio dal corner si riapre la partita grazie alla rete di Stefano Corio. Dieci minuti dopo arriva anche il pareggio. Corio mette in mezzo rasoterra e Manzone deposita in rete. Pareggio meritato. A seguire punizione per gli alessandrini deviata in angolo da Aseglio in tuffo. Al 26′ azione della Fortitudo, palla in profondità chiaramente rivolta ad un giocatore in posizione di fuorigioco, deviazione involontaria di Tamagnone, palla che arriva comunque all’attaccante che mette in mezzo dove arriva un compagno a insaccare. L’arbitro sostenendo che l’intervento del nostro giocatore fosse una giocata volontaria convalida la rete nell’incredulità generale. 3 – 2. L’arrembaggio finale porta un’occasionissima per Capra al 44′ con un tiro ravvicinato respinto dal portiere. Il recupero è solo di due minuti nonostante 5 cambi e numerose interruzioni e la partita termina 3 – 2. Sarà importante rifarsi domenica prossima nel derby casalingo con il Mezzaluna che si giocherà alle 14.30 al Parco Maffei.

Massimiliano Mastinu

Pin It on Pinterest